martedì, Gennaio 18, 2022
HomeBENESSEREQuali caratteristiche deve avere un buon occhiale da vista

Quali caratteristiche deve avere un buon occhiale da vista

Le persone che indossano gli occhiali da vista per correggere vari difetti visivi o anche per non affaticare l’occhio, soprattutto se si lavora a lungo a computer, sono in costante aumento.

Ormai i tempi in cui gli occhiali imbruttivano chi li portava sono finiti, anzi adesso si indossano con piacere perché sono un accessorio che conferisce particolarità al viso e ne risalta la bellezza.

Scegliere gli occhiali da vista è però un momento delicato perché non si può basare tutto sulla montatura e sul gusto estetico di ognuno.

La loro funzione principale è quella di proteggere gli occhi, uno degli organi più importanti del nostro corpo, quindi deve essere una scelta fatta con consapevolezza.

Per aiutarvi nella scelta, abbiamo pertanto deciso di ideare questo post allo scopo di indicare quali caratteristiche deve avere un buon occhiale da vista.

Come sappiamo, gli occhiali da vista consistono in due lenti posizionate davanti agli occhi e sorrette da una montatura provvista di appositi cuscinetti che si appoggiano sul naso, e da due stecche più o meno ricurve che vanno a finire dietro alle orecchie per mantenere la stabilità dell’occhiale.

Le montature vengono realizzate utilizzando la plastica o il metallo, mentre le lenti sono fatte con materiali plastici, come il CR-39 e il policarbonato.

Questi materiali, rispetto al vetro che si utilizzava prima, hanno diversi benefici: sono più leggeri, resistono meglio agli urti e hanno proprietà ottiche migliori.

Ad esempio, alcuni materiali plastici hanno un assorbimento maggiore dei raggi ultravioletti e anche un indice di rifrazione maggiorato rispetto al vetro e questa caratteristica è molto importante nelle lenti correttive, perché si riescono a realizzare vetri sottili anche se il difetto visivo da correggere è abbastanza grave.

Inoltre, le lenti spesso vengono foderate con un rivestimento che può essere idrofobo per permettere una pulizia più facile oppure anche anti riflesso, per attenuar l’effetto dei bagliori di luce e aumentare la visibilità notturna.

Tipi di lenti per gli occhiali da vista

Per gli occhiali da vista esistono diversi tipi di lente, ma quelli principali sono:

  • lenti correttive;
  • lenti protettive.

Vi sono però anche occhiali appositi per leggere o per stare al computer, acquistabili senza prescrizione del medico oculista.

Le lenti correttive servono a cambiare la lunghezza focale dell’occhio, a seconda del difetto da correggere.

Un buon occhiale da vista possiede delle lenti correttive realizzate con il CR-39, uno dei materiali plastici migliori in questo ambito; questo CR-39 combina la leggerezza con la resistenza ai graffi e un’ottima capacità di assorbimento dei raggi UV.

Altri materiali molto diffusi e di buona qualità sono il Trivex e il policarbonato.

Le lenti correttive possono essere anche multifocali, nel caso si abbia la necessità di correggere più difetti contemporaneamente oppure anche fotosensibili, dette anche fotocromatiche, che si scuriscono quando vengono esposte ai raggi del sole, combinando un’azione correttiva a un’azione protettiva.

Le lenti protettive sono quelle lenti che hanno la funzione di proteggere l’occhio in determinate situazioni rischiose: ad esempio, occhiali con lenti protettive vengono indossati in ambito sanitario per proteggere gli occhi da eventuali schizzi di sangue, oppure dagli operai nelle fabbriche, soprattutto nei momenti in cui si effettua una saldatura.

Questo tipo di lenti può essere realizzato anche con una gradazione, come gli occhiali da sole.

Per assicurarsi una buona protezione, anche questi occhiali devono essere a norma e rispondere a degli standard adottati dai vari Paesi: una guida utile per orientarsi in questo ambito è quella della OSHA.

Per concludere, è importante ricordare che chi soffre di difetti della vista deve evitare di acquistare gli occhiali senza prima aver consultato un medico oftalmologo, poiché, come abbiamo visto, al giorno d’oggi sono davvero tante le soluzioni da poter adottare per correggere la vista.

Inoltre, nel corso degli anni la vista potrebbe anche peggiorare, quindi solo un medico potrà modificare la prescrizione delle lenti necessarie.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments