sabato, Gennaio 22, 2022
HomeTecnologiaLo smartphone mostrato nel film Don't Look Up di Netflix con Jennifer...

Lo smartphone mostrato nel film Don't Look Up di Netflix con Jennifer Lawrence

Il film Don’t Look Up è stato reso disponibile da Netflix il 24 dicembre. All’interno ci sono attori di primo piano come Leonardo DiCaprio o Jennifer Lawrence ma c’è anche una curiosità: lo smartphone mostrato in molte scene è fuori produzione.

Telefonia
ROSSONetflix

In questa notizia non parleremo direttamente del nuovo film (annunciato mesi fa) di

Quello su cui ci concentreremo qui è un dettaglio curioso e interessante che i patiti di tecnologia potrebbero conoscere e riconoscere ma molti altri no. Uno degli oggetti che più cattura l’attenzione durante le oltre due ore di visione è uno smartphone particolare che è diverso dai soliti iPhone di Apple

o Galaxy di Samsung. Si tratta di un modello particolare e non inserito per motivi di marketing per un semplice motivo: il progetto è fallito qualche tempo fa (nel 2019) ed è stato l’unico smartphone dell’azienda. Si tratta di RED Hydrogen One

RED Hydrogen One è lo smartphone del film Netflix Don ‘t Look Up

Come scritto sopra, per quanto non si tratti di un prodotto in commercio (non più quantomeno), all’interno di

Per esempio lo vediamo nelle mani dell ‘eccentrico miliardario (parodia di personaggi come Elon Musk e Steve Jobs), fondatore della società tecnologica Bash, Peter Isherwell

Lo si vede anche nelle mani di Jennifer Lawrence (che interpreta il dottor Randall Mindy) di

Le caratteristiche del RED Hydrogen One

Come scritto sopra, nonostante sia ben visibile all’interno di Don’t Look Up, la commercializzazione di RED Hydrogen One è stata un fallimento. L’annuncio

della fine della commercializzazione è stato fatto Ottobre 2019 da parte di Jim Jannard, società nota per le sue videocamere professionali, aveva cercato così di rivoluzionare il mercato degli smartphone di fascia alta, senza riuscirci.

Le promesse erano molte ed effettivamente difficili da sopportare. All’interno era presente un SoC Qualcomm Snapdragon 835

Interessante la possibilità di utilizzare l’algoritmo proprietario

H3O per convertire l’audio stereo e riprodurlo con un sistema multi dimensionale. Nella zona posteriore era presente anche un connettore per aggiungere nuovi moduli per espandere le funzionalità. Inoltre era possibile gestire file .h4v. Il prezzo era di circa 1200 euro ma problemi produttivi ne hanno minato sin da subito la disponibilità. REGALA UN BUONO AMAZON! Per saperne di più

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments