giovedì, Gennaio 20, 2022
HomesportsI wickets in ritardo mettono l'Australia in vista della vittoria di Ashes

I wickets in ritardo mettono l'Australia in vista della vittoria di Ashes

L’Inghilterra chiude la seconda giornata sul 31-4, staccata di 51, nel terzo Ashes Test; Mitchell Starc ha preso due wicket in due palle e Scott Boland ha preso due in tre palle mentre i turisti sono crollati di nuovo nell’ultima ora dopo che l’Australia era stata eliminata per 267 con James Anderson che ha preso 4-33 di Sam Drury Ultimo aggiornamento: 27/12/ 21 4:57 L’Australia ha strappato il primo posto all’Inghilterra nell’ultima ora Un’ultima ora disastrosa ha rovinato quello che era stato il miglior giorno dell’Inghilterra di questa serie di Ashes fino a quando l’Australia si è avvicinata alla vittoria al Melbourne Cricket Ground. I turisti hanno concluso il secondo giorno sul 31-4, ancora in svantaggio di 51 punti, mentre Mitchell Starc (2-11) e Scott Boland (2-1) hanno strappato il primo posto con due wicket ciascuno; l’unico conforto per l’Inghilterra è che Joe Root (12no) è sopravvissuto alla giornata e ricomincerà il terzo giorno con Ben Stokes (2no) in compagnia. Prima di quel crollo tardivo, era stata la giornata dell’Inghilterra con i giocatori di bowling che lavoravano duramente e sfruttavano al massimo una superficie a misura di seamer per eliminare l’Australia per 267, limitando il vantaggio del primo inning a 82 con James Anderson la scelta dell’attacco, prendendo 4-33. Scorecard: Australia vs Inghilterra, terzo Ashes TestWatch The Ashes: Get BT Sport su SkyTutto questo buon lavoro è stato annullato da un eccellente bowling australiano nelle fasi finali: Starc rimuove Zak Crawley (5) e Dawid Malan (0) in palle successive e Boland respinge Haseeb Hameed (7) e il guardiano notturno Jack Leach (0) nel giro di tre consegne lasciano l’Inghilterra che ha bisogno di qualcosa di speciale per evitare la sconfitta, sia nella partita che nella serie. Le prime partite dell’Inghilterra sono state entrambe respinte per singola cifra, ancora una volta. Quest’anno, i loro apritori sono stati licenziati per più punteggi a cifra singola (31) rispetto a quelli di qualsiasi altra squadra in un anno solare nella storia dei test. L’India è la prossima nella lista con 28 nel 1983, seguita dalla 26 delle Indie Occidentali nel 2000. L’ultimo test terminato in tre giorni al Melbourne Cricket Ground è stata la partita contro lo Sri Lanka nel dicembre 2012, che l’Australia ha vinto per un inning e 201 corse. Ci sono stati brevemente timori che non ci sarebbe stato alcun gioco dopo la notizia di quattro test Covid positivi all’interno del campo inglese ma con i giocatori che hanno registrato tutti risultati negativi, mezz’ora dopo il previsto, è iniziato il secondo giorno. Ollie Robinson ha portato l’Inghilterra all’inizio che volevano rimuovendo il guardiano notturno Nathan Lyon nel quarto over della mattinata, una consegna su una linea quasi perfetta trovando un sottile nick fino a Jos Buttler. Cinque over dopo, è andata meglio per i turisti quando Mark Wood ha licenziato il nuovo battitore numero uno al mondo, Marnus Labuschagne (1), con un po’ di rimbalzo in più che ha aiutato la palla a localizzare la giunzione della mazza e Root ha divorato la possibilità al primo scivolone. Mark Wood ha rimosso il battitore n. 1 del mondo Marnus Labuschagne all’inizio Anderson ha prodotto un eccellente incantesimo mentre la mattinata procedeva ed è stato ricompensato con il wicket di Steve Smith (16), l’ex skipper dell’Australia, così spesso il flagello dell’Inghilterra, colpito da un bordo interno. Marcus Harris e Travis Head hanno sostenuto le cose per la squadra di casa su entrambi i lati del pranzo con uno stand di 61, il primo che ha superato un mezzo secolo da 130 palle, prima che Robinson (2-64) tornasse per far catturare Head (27) dietro. Quando Anderson ha estromesso Harris (76) poco dopo, aggirando il wicket e portando il vantaggio in avanti per trovare il vantaggio su Root, l’Inghilterra è tornata subito in lizza con l’Australia ancora in svantaggio, anche se di soli cinque punti, e solo quattro wicket in mano. Cameron Green e Alex Carey hanno spinto i padroni di casa davanti a un tè ma sono caduti in rapida successione da allora in poi, Green (17) lbw a Leach (1-46) e Carey (19) hanno preso dietro durante il drive off Stokes (1-47). James Anderson ha aperto la strada per l’Inghilterra con quattro wickets Pat Cummins (21) e Starc (24no) hanno tenuto l’Inghilterra su alcuni over prima che Anderson, aiutato dalla seconda nuova palla, lo facesse per lo skipper australiano ed è stato lasciato a Wood (2- 71) per concludere gli inning con il wicket di Boland (6). In una gara a punteggio relativamente basso, il vantaggio dell’Australia è stato molto positivo, ma i giocatori di bowling inglesi hanno fatto abbastanza per migliorare significativamente la situazione per i visitatori dopo una prima giornata deludente. Hameed e Crawley sono usciti con un’ora rimasta nel corso della giornata e se avevano dei dubbi su quanto sarebbe stata dura, i veloci australiani presto glielo hanno fatto sapere. Cummins ha iniziato con uno sbuffo che si è alzato dal retro di una lunghezza per colpire Hameed sulla protezione del braccio e si è gonfiato sopra gli scivoloni e poi ha trovato il bordo di Crawley, solo per il wicketkeeper Carey che è rimasto un po’ alla sprovvista e la palla è atterrata poco prima di David Warner al primo errore. Quella fortuna si è presto esaurita, però, con Crawley che si è messo alle spalle di Starc, che ha poi schienato Malan in vantaggio con la sua palla successiva – una recensione non abbastanza per salvare la curva a sinistra. Haseeb Hameed è caduto per sette quando l’Inghilterra si è sbriciolata sotto la pressione di un brillante bowling australiano Root si è unito a Hameed e dopo aver giocato e perso la tripletta, la coppia ha combattuto nei successivi overs di alcune brucianti bowling veloci di Starc e Cummins prima dell’introduzione di Boland e il prossimo uno-due dell’Australia. Un piccolo tocco sulla cucitura è stato sufficiente per Boland per trovare un debole vantaggio da Hameed e portare una folla rauca di MCG ai loro piedi e si sono rialzati due palle dopo mentre Leach ha messo le braccia sulle spalle e ha visto il suo moncherino agganciato all’indietro. Un pugno a metà di Root ha concluso la giornata, un colpo di convinzione che era in completa contraddizione con ciò che era accaduto prima in un’ultima ora piena di tensione, ma l’Inghilterra avrà bisogno di molto di più simile il terzo giorno mentre cercano di tieni l’urna dalle grinfie dell’Australia.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments