lunedì, Gennaio 17, 2022
HomeMAMMA E BAMBINOHa importanza per quanto tempo il bambino rimane al seno? Cosa...

Ha importanza per quanto tempo il bambino rimane al seno? Cosa dicono gli esperti dell’allattamento al seno

Le storie sull’allattamento al seno di un neonato possono suonare sia: “il bambino è appeso al mio seno tutto il giorno. Non riesco nemmeno ad andare in bagno “neanche lui mangia poco e non vuole, e dopo mezz’ora urla di fame”. Come va nel tuo caso? Quanto tempo il bambino rimane al seno e quale tempo trascorso a tavola può dire sulla quantità di latte che consuma il bambino è spiegato dagli esperti di allattamento al seno Jack Newman e William Sears nei loro libri disponibili nel negozio All About Moms.

Il tempo in cui il bambino rimane al seno è diverso a seconda dell’età, dell’ora del giorno, del periodo che attraversa il bambino e persino del suo stato emotivo. Due noti pediatri lo spiegano in dettaglio: il Dr. Bill Sears in “Baby’s Book” e il Dr. Jack Newman in “Breastfeeding Guide”.

Dopo che il rapporto domanda-offerta si è stabilizzato, i bambini mangiano in media 20 minuti ogni tre ore, afferma il dott. Bill Sears. Ma ci sono molte deviazioni da questo standard, che sono altrettanto normali.

I bambini mangiano poco e spesso

Le cause di questo comportamento possono essere diverse da un’età all’altra.

neonati

Nelle società tradizionali, è comune che i neonati succhino frequentemente per brevi periodi e a nessuno importa di questo. Nelle società moderne, tuttavia, poiché ci si aspetta che la madre faccia molte altre cose oltre a stare seduta con il bambino, l’allattamento al seno frequente è visto come un problema che deve essere risolto.

“Spuntini frequenti nei neonati sono normali. A causa del fatto che i pasti sono più brevi e più frequenti, il bambino riceve latte con un contenuto di grassi più elevato. Quando passa più tempo tra i pasti, il latte ha un contenuto di acqua maggiore”.

Dr. Jack Newman in “Guida all’allattamento al seno”

Allo stesso tempo, è importante assicurarsi che il bambino si attacchi correttamente al seno ed esprima bene il latte perché il ritorno molto frequente al seno può essere dovuto anche a un’ostruzione difettosa.

Una manifestazione caratteristica soprattutto dei neonati è addormentarsi al seno dopo aver mangiato pochissimo, poi svegliarsi e fare di nuovo uno spuntino e così via.

“In questo caso, è bene osservare se il bambino aumenta di peso con questo stile di alimentazione. Se non basta, dovresti controllare la spina e alternare il seno più spesso per tenerlo sveglio. ”

Il dottor William Sears ne Il libro del bambino

Fino a 6 mesi

Ci sono momenti in cui il bambino inizia improvvisamente a voler mangiare spesso. Questi sono spesso correlati a scatti di crescita che si verificano a tre settimane, sei settimane, tre mesi e sei mesi. Tra queste età ci sono anche esplosioni meno pronunciate tra quelle menzionate.

Nello stesso intervallo, fino a sei mesi, il bambino può fare delle pause perché l’acuità visiva si sviluppa e tutto ciò che scopre lo affascina, ma lo distrae anche dalla tavola. Affinché l’allattamento al seno non sia interrotto da stimoli visivi, il dott. Sears consiglia alle persone in casa di non entrare nella stanza durante l’allattamento e di scegliere anche un luogo per l’allattamento dove si possano tirare le tende e i colori circostanti non siano molto accesi. .

Quanto tempo il bambino rimane al seno? Con le ore!

All’altro estremo ci sono i bambini che vengono allattati al seno per ore.

“Il più delle volte questo significa che il bambino non è attaccato bene e non estrae molto bene, infatti il ​​latte dal seno. Sta allattando, ma non beve latte per la maggior parte del tempo. Questi bambini di solito hanno uno stile di suzione veloce e veloce. ”

Dr. Jack Newman in “Guida all’allattamento al seno”

Solo quando succhio a un ritmo lento, con pause distinte, possiamo dire che il bambino estrae abbastanza latte e il flusso di latte è soddisfacente. Una volta che il bambino è ben attaccato al seno, lo stile di suzione di solito cambia, lo stomaco si riempie e non ha più bisogno di stare seduto per ore sul seno.

Ma ci sono anche bambini che vogliono passare più tempo di altri ad allattare, anche se ricevono latte a sufficienza. Piuttosto, hanno bisogno del sollievo che forniscono i loro seni. Ecco perché la raccomandazione degli specialisti è di osservare il bambino per capire cosa sta realmente accadendo.

Tecniche di sopravvivenza per i giorni difficili dell’allattamento al seno

Il Dr. Bill Sears in “Baby’s Book” propone una lista di consigli per superare i giorni in cui il bambino non si stacca più dal seno o mangia poco e spesso.

  • Rimanda altri impegni che potrebbero lasciarti senza energie.
  • Cerca di dare al tuo bambino più follow-up possibile che lo manterrà sazio per molto tempo. Lascia che svuoti un seno prima di lasciarla succhiare dall’altro.
  • Porta il tuo bambino nel sistema. L’allattamento al seno sarà più accessibile e avrai più libertà di movimento in più, avrai dosi sufficienti per avvicinarti alla madre, che potrebbe essere ciò di cui ha veramente bisogno.
  • Sii paziente e non ricorrere a extra. Se il bambino è inseparabile dal seno da alcuni giorni, non significa che non hai abbastanza latte, ma che stai attraversando un periodo di riassestamento della domanda e dell’offerta. E l’integrazione con la formula influenzerà solo questo equilibrio e porterà in tempo anche a interrompere l’allattamento al seno.
  • Dormi ogni volta che il bambino dorme. Si è tentati di fare altro mentre il bambino dorme, ma la stanchezza che si accumula incide anche sulla quantità di latte, soprattutto la sera. Pertanto, ripristinare le riserve di sonno durante i periodi in cui il bambino non è più staccato dal seno, ti aiuta a sopravvivere.

Il miglior libro sull’allattamento al seno

La “Guida all’allattamento al seno del Dr. Jack Newman” detta anche “Bibbia dell’allattamento al seno” è una guida completa in cui mamme, ma anche medici, ostetriche, consulenti per l’allattamento trovano informazioni e soluzioni a tutti i problemi che possono verificarsi durante l’allattamento.

Per darti un’idea più chiara della struttura di questo libro e delle informazioni che contiene, ti forniamo gratuitamente alcune pagine del libro.

Gennaio, 2022

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments