Spaghetti alla siracusana: la ricetta veloce che stupirà tutti!

spaghetti alla siracusana dalla sicilia spaghetti alla siracusana

Spaghetti alla siracusana: dalla Sicilia con bontà!

Spaghetti alla siracusana. Il primo piatto che ti presentiamo oggi è uno di quei piatti italiani fatti di niente eppure meravigliosi: pasta, pomodoro, acciughe e quasi nient’altro.

spaghetti alla siracusana dalla sicilia spaghetti alla siracusana 1

 

Sono gli spaghetti alla siracusana, una delle innumerevoli bontà della nostra Sicilia. Come si diceva, sono pochi ingredienti, semplici, buoni, accostati con gusto e con misura. Quella misura che noi italiani succhiamo insieme col latte dalla nostra mamma e che per gli altri è così difficile (se non impossibile) imitare.

Ma veniamo alla ricetta di questa delizia.

Gli ingredienti

Per quattro persone ti servono: una confezione di acciughe da far scolare; aglio q.b.; concentrato di pomodoro; mollica di pane; sale e pepe q.b.; 400 grammi di spaghetti

La preparazione

La preparazione di questo piatto classico, sapido e leggero è quanto di più semplice ci sia. La prima cosa è mettere a soffriggere in una padella dell’aglio sminuzzato bagnato in un filo di olio extravergine di oliva.

Passato qualche istante, al soffritto d’aglio vanno aggiunte le acciughe, coscienziosamente sgocciolate. Il tutto va lasciato andare a fuoco medio fino a che le acciughe praticamente non si sciolgono in una specie di “polpa”.

A quel punto è il momento di aggiungere il concentrato di pomodoro, dopodiché si mescola con un cucchiaio di legno e si fa in modo che tutto quanto si amalgami a puntino; infine si allunga il tutto con due o tre bicchieri d’acqua e si aggiusta di sale e pepe.

Fatto questo, occorre far proseguire la cottura per circa un’altra ventina di minuti. Frattanto si dovrà abbrustolire la mollica di pane: in una padella con dell’olio extravergine.

Naturalmente avrete anche provveduto a buttare la pasta. Quando gli spaghetti sono cotti (preferibilmente al dente, dato che devono ancora passare per la padella), li mantecate nella pentola della salsa per un minutino e come ultimo tocco ci spargete sopra la mollica abbrustolita.

Buon appetito!

 

Seguici su google news!

Potrebbe interessarti anche…


Perdere peso

La torta di mele in tazza, 160 calorie e si prepara in 1 minuto


02Torta in tazza alle mele: 190 calorie di bontà!

Avete voglia di dolce ma avete poco tempo per prepararlo ? Ecco come fare una torta in tazza alle mele con solamente 160 calorie. Questo dolce è perfetto per essere gustato a merenda o a colazione e sarà apprezzato dai più grandi e dai vostri bambini. Inoltre, la torta in tazza, vi permetterà di preparare un dolce buonissimo senza sporcare quasi nulla.

Torta in tazza alle mele

Ingredienti:

Per preparare la torta in tazza alle mele, vi serviranno:

  • 45 ml di latte
  • 30 grammi di zucchero di canna (può essere sostituito con la stessa quantità di zucchero bianco da tavola o con 15 grammi di Stevia)
  • 30 grammi di farina
  • 5 grammi di cannella in polvere
  • 1 mela
  • Mezzo uovo sbattuto
  • Un pochino di lievito in polvere.

Procedimento:

Prendere la mela e lavarla sotto l’acqua corrente. Sbucciare la mela con un coltello e dividerla a metà. Tagliare metà mela a cubetti e l’altra metà andrà frullata.

All’interno di una tazza per il latte inserire mezzo uovo, precedentemente sbattuto, e unire lo zucchero di canna. Amalgamare i due ingredienti con un cucchiaio.

Unire la farina ed il lievito secco già setacciati e mescolare ancora. Proseguire mettendo la mela frullata, la mela ridotta in cubetti e la cannella. Amalgamare accuratamente, sempre con il cucchiaio, per incorporare anche questi ingredienti.

Con un panno pulito, pulire la parte superiore della vostra tazza e fare cuocere nel forno a microonde per un paio di minuti alla massima potenza. Prima di gustare la vostra torta lasciarla raffreddare per qualche minuto.

Variante per la torta in tazza alle mele

Se volete una variante più golosa della vostra torta in tazza alle mele potete aggiungere al composto già dentro la tazza un po’ di gocce di cioccolato fondente. Al termine della cottura, prima di gustare la vostra torta spolverate con un po’ di zucchero a velo.

Buon appetito!

 

 

Seguici su google news!

Potrebbe interessarti anche…


Perdere peso

Minestra di farro e lenticchie: il piatto invitante per chi è pigro!

minestra di farro e lenticchie AdobeStock 189397616

Minestra di farro e lenticchie: il piatto unico leggero e invitante

Minestra di farro e lenticchie. La ricetta di oggi è un primo piatto appetitoso e al tempo stesso leggero. Ma non solo: è anche salutare, soprattutto per la presenza delle lenticchie, che in quanto legumi, si sa, fanno bene alla digestione e al transito intestinale, aiutando a regolarizzarlo se per caso è un po’ pigro.

minestra di farro e lenticchie AdobeStock 189397616

 

Questo primo è completo anche dal punto di vista nutrizionale, sicché lo possiamo anche mettere in tavola come un delizioso e soddisfacente piatto unico.

Ma vediamo più nel dettaglio quali ingredienti ci vogliono per prepararlo e come si cucina.

Ingredienti

Gli ingredienti che servono sono: una cipolla bionda; 100 grammi di farro perlato; due spicchi d’aglio; un litro di brodo vegetale (va bene anche già pronto, se non avete tempo di farlo da voi); quanto basta di prezzemolo; 100 grammi di lenticchie secche; due cucchiai di olio extravergine; sale fino q.b.

La preparazione

La prima cosa è lavare e sminuzzare il prezzemolo. Dopodiché si prende una padella, si bagna con un filo d’olio e ci si mettono a soffriggere la cipolla tagliata a rondelline sottili e l’aglio (intero, se abbiamo intenzione di levarlo in seguito). Bisogna lasciare andare fino a che la cipolla non prende colore.

A questo punto si allunga il tutto con un mestolo di brodo caldo, poi ci si dedica alle lenticchie. Queste vanno sciacquate e poi vanno unite al soffritto di cui sopra, assieme al prezzemolo. Si fa andare il tutto fino a bollore, allungando ogni tanto col brodo vegetale.

Dopo un po’ si aggiunge direttamente tutto il brodo che rimaneva e si aggiusta di sale, quindi si abbassa la fiamma e si fa andare il tutto a padella coperta per circa altri dieci minuti, senza dimenticare di mescolare ogni tanto.

Passati dieci minuti, si alza il fuoco e si versa in padella anche il farro, che dovrà cuocere per altri trenta minuti.

A cottura conclusa il tocco finale è un bel giro di olio a crudo.

Buon divertimento e buon appetito!

 

Seguici su google news!

Potrebbe interessarti anche…


Perdere peso

Golosissimo tiramisù cocco e Nutella: il dolce più cremoso che c’è!

bozza automatica 6 1

Ecco la nuova versione di un dolce al cucchiaio amatissimo da sempre: un golosissimo tiramisù al cocco e Nutella. Questi due sapori, fondendosi tra di loro, danno vita ad un dessert fresco e goloso che vi lascerà a bocca aperta.

Offritelo al termine di una cena con gli amici di sempre per chiudere in bellezza un incontro tanto atteso, ai vostri familiari per una pausa di bontà in una giornata di primavera. I piccoli di casa ne resteranno incantati e gli adulti non esiteranno a chiedervi il bis. Anche il palato più raffinato andrà in bordo di giuggiole al primo assaggio.

Curiose di conoscere questa ricetta originale e deliziosa? Iniziamo!

Golosissimo tiramisù cocco

Golosissimo tiramisù cocco e Nutella: ingredienti e preparazione

Per questo golosissimo tiramisù procuratevi:

  • mascarpone, 500 g
  • panna fresca liquida, 250 ml
  • latte di cocco, 30 ml
  • zucchero a velo, 150 g
  • cocco rapè, 50 g
  • savoiardi o pavesini, 300 g
  • latte di cocco, q.b.
  • Nutella, q.b.

Versate il latte di cocco in un piattino e immergete i savoiardi.

Dedicatevi ora alla crema al mascarpone. Con lo sbattitore, montate a neve fermissima la panna e tenetela a portata di mano.

In una ciotola a parte inserite il mascarpone, il latte e lo zucchero a velo: lavorateli a crema con le fruste elettriche, poi con una spatola aggiungete il cocco e la panna montata.

Ammorbidite la Nutella nel microonde per 20 secondi, o, se preferite a bagnomaria; questa operazione la renderà più fluida e spalmarla vi risulterà più semplice.

Servitevi di una pirofila rettangolare 30×35 e realizzate il primo strato con i savoiardi inzuppati.

Prelevate circa 1/3 della crema e farcite l’intera superficie, quindi coprite con la Nutella. Proseguite così fino a terminare tutti gli ingredienti. Sistemate il vostro tiramisù in frigorifero per un’ora almeno, se desiderate un resa simile al semifreddo, potete riporlo in freezer per mezz’ora circa.

Ora che è pronto, assaporate tutta la sua freschezza. Buon appetito!

Seguici su google news!

Potrebbe interessarti anche…


Perdere peso

Tramezzini di frittata zucchine e formaggio: delizia di primavera!

bozza automatica 8

Alzi la mano chi non ama i tramezzini? E se fossero a base di fritta, con le zucchine e ripieni di formaggio filante, cose ne direste? Mentre sale l’acquolina in bocca, indossate il grembiule e mettetevi all’opera: il risultato sarà superlativo.

Offrirete così una merenda salata golosissima ai vostri bambini, genuina, sana e leggera. Oppure un finger food da leccarsi le dita agli amici di sempre, ospiti per un aperitivo o una cena informale, dopo questi tempi duri.

Insomma state per realizzare una ricetta versatile e golosa che saprà soddisfare ogni palato, anche il più raffinato. La ricetta di Non Solo Riciclo non prevede alcuna frittura, ma una cottura nel forno e una semplice farcitura cremosa con il philadelphia, ma potete dare sfogo alla vostra creatività, aggiungendo fettine di prosciutto cotto o crudo, speck, oppure del tonno, delle verdure grigliate e chi più idee ha, più ne metta.

Curiose di scoprire tutti i passaggi? Iniziamo!

tramezzini

Tramezzini di frittata zucchine e formaggio: delizia di primavera

Per questa ricetta favolosa procuratevi:

  • zucchine, 500 g
  • uova, 4
  • parmigiano, 20 g
  • philadelphia light, 150 g
  • parmigiano, 20 g
  • sale, 1 pizzico

Preriscaldate il forno 180°. Ungete con uno filo d’olio uno stampo da 24 centimetri, se preferite potete foderarlo con la carta apposita, bagnatela e strizzatela per farla aderire perfettamente al fondo e ai bordi.

Rompete le uova in una ciotola e sbattetele con una forchetta, quindi inserite anche il parmigiano grattugiato e il sale; prendete poi la frusta a mano e amalgamate perfettamente. Tenete a portata di mano. Lavate e spuntate le zucchine, quindi asciugatele perfettamente e grattugiatele finemente. Unitele alle uova e amalgamatele perfettamente. Versatele, poi, nella tortiera e infornatele per 20 minuti.

Sfornatela e lasciatele intiepidire leggermente, quindi tagliatela a fettine e spalmate la superficie di metà della frittata con il philadelphia, quindi appoggiate l’altra metà per formare il tramezzino. Serviteli ancora caldi oppure freddi di frigo, accompagnati da un’insalata mista. Buon appetito!

Seguici su google news!

Potrebbe interessarti anche…


Perdere peso

5 trucchi da chef per realizzare una crema pasticcera perfetta

5 trucchi del mestiere per AdobeStock 160593138

La crema pasticcera è indubbiamente la regina della pasticceria. La stragrande maggioranza dei dolci la contiene, il suo gusto delizioso ma, tutto sommato, neutro la rende gradita praticamente a tutti. E’ molto semplice da preparare e le ricette si sprecano, ognuno è convinto che la propria sia quella perfetta. In realtà ogni metodica può restituirci una perfetta crema pasticcera, semplicemente dobbiamo seguire qualche piccolo accorgimento. Si tratta dei cinque segreti che tutti i pasticceri conoscono. Ora possiamo farli nostri.

crema pasticcera

5 trucchi da chef per realizzare una crema pasticcera perfetta

Scegliamo gli ingredienti giusti

Per un’ottima riuscita della crema pasticcera, come del resto per tutte le ricette la scelta degli ingredienti è fondamentale. Devono essere freschi e di qualità. In particolare il latte è necessario che sia fresco e intero, in questo modo la parte grassa non trattata con la pastorizzazione renderà la crema più corposa.

I grassi conservano meglio la crema pasticcera

E’ cosa nota a tutti che la materia grassa è un ottimo conservante naturale. Per sfruttare questa caratteristica possiamo sostituire una parte di latte con la stessa quantità di panna fresca. Più precisamente ogni litro di latte sostituiamo 300 grammi con la panna. Oltre a rimanere perfetta più a lungo la nostra crema pasticcera risulterà molto più golosa.

Lavoriamo bene lo zucchero

Ogni ricetta per la crema pasticcera comincia con lo sbattere le uova con lo zucchero. Questo semplice gesto deve, però, essere fatto correttamente ovvero in modo molto veloce ed energico. Diversamente i granelli di zucchero avrebbero il tempo di assorbire l’acqua naturalmente presente nelle uova, il composto non riuscirebbe a diventare spumoso e inficerebbe il risultato finale.

Prestiamo attenzione alla temperatura in base agli ingredienti che usiamo

La crema pasticcera ha una parte farinosa, a seconda del tipo di amido che andremo usare dovremmo cuocere la crema ad una temperatura differente, per far si che gelifichi nel modo corretto:

  • 81°-94° per l’amido di frumento,
  • 72°-84° per l’amido di mais,
  • 76°-92° per l’amido di riso.

I tempi di cottura sono l’ultima discriminante per una crema pasticcera perfetta!

Pur essendo una preparazione davvero semplice, i tempi di cottura della crema pasticcera sono determinanti per la sua buona riuscita. Nel caso in cui venisse cotta troppo poco non si porterebbe a termine il processo di gelificazione, se fosse troppo cotta, invece i legami si formerebbero e poi si romperebbero, slegando la crema. Purtroppo questo è l’unico accorgimento un pochino difficile da mettere in pratica, in quanto, pur seguendo alla lettera i tempi di cottura previsti, questi dipendono dagli ingredienti quindi la soluzione è andare “a braccio”. Dobbiamo togliere dal fuoco la crema non appena avrà raggiunto la consistenza giusta, per poi continuare a mescolarla fuori fuoco in modo che si abbassi la temperatura velocemente. L’esperienza ci aiuterà.

Ora che abbiamo appreso i cinque segreti della perfetta crema pasticcera, non temeremo più il confronto con i dolci acquistati in pasticceria!

Seguici su google news!

Potrebbe interessarti anche…


Perdere peso

La torta salata con melanzane e peperoni: SOLO 130 calorie per una vera delizia!

torta salata con melanzane

Torta salata con melanzane e peperoni: la rustica dietetica!

Eccoci qui ragazze oggi vi mostro come preparare una torta salata di verdure, gustosa e leggera. Un sapore davvero inconfondibile, ottima per la dieta ma anche per chi a dieta non è!

Torta salata con melanzane e peperoni

Torta salata con melanzane e peperoni: semplice e veloce!

Ingredienti:

1 melanzana; un peperone; 4 o 5 olive taggiasche denocciolate; un ciuffetto di prezzemolo; 1 spicchio di aglio; mezzo bicchiere acqua; 1 cucchiaio di philadelphia proteica (opzionale) ; 20 grammi di parmigiano e 30 grammi di scamorza affumicata a tocchetti; La base dietetica per torte rustiche, troverete la ricetta di seguito.

Preparazione

171753351 290837135996754 249855907933056656 n

Partiamo con lavare le verdure e il prezzemolo. Poi tagliamo a piccoli tocchetti le melanzane e i peperoni.

Inseriamo in una padella le verdure a tocchetti e aggiungiamo lo spicchio d’aglio schiacciato, il ciuffetto di prezzemolo tritato, e mezzo bicchiere d’acqua, sale e pepe q.b. Mi raccomando senza olio.

Ora compriamo con un coperchio e facciamo andare su fiamma media fino a cottura, dopo di che rimuoviamo l’aglio, aggiungiamo le olive taggiasche e se c’è ancora dell’acqua di cottura lasciamola asciugare completamente.

Torta salata con melanzane e peperoni: la base

Nel frattempo prepariamo la nostra base per torte salate light.

torta salata con melanzane e 172534879 142214911238730 8806348311233371450 n

Ingredienti:

100 grammi di semola integrale; 1 pizzico di sale; 1 grammo di bicarbonato (la punta di un cucchiaino); 50 ml di acqua; 50 grammi di olio evo.

In una ciotola versiamo la farina, il sale e il pizzico di bicarbonato; ora emulsioniamo per bene acqua e olio da renderli quasi cremosi e versiamo nella ciotola con farina di cui sopra. Impastiamo fino ad ottenere un panetto liscio e compatto ed elastico. Lasciamo riposare una mezz’oretta in frigo in un foglio di pellicola trasparente.

Ora la nostra base è pronta per essere stesa con il mattarello, aiutiamoci con della carta forno e raggiunta la forma desiderata adagiamo (con la carta forno) su di una teglia di 16 cm.

Dopo aver bucherellato l’impasto con i rebbi di una forchetta spalmiamo la philadelphia e versiamo al suo interno le verdure orami fredde.

Spolveriamo con i 20 grammi di parmigiano e la scamorza affumicata.

Torta salata con melanzane e peperoni: cottura

Inforniamo a 190 gradi per 30 minuti. I primi 10 nel ripiano basso, poi altri 15 nel ripiano medio ed infine gli ultimi 5 minuti sotto il grill.

Ora non mi resta che augurarvi buon appetito!

Seguici su google news!

Potrebbe interessarti anche…


Perdere peso

Per polpette davvero speciali, aggiungete questo ingrediente segreto.

per polpette davvero speciali aggiungete 6

Esistono alcuni trucchetti per realizzare polpette davvero speciali, di quelle da leccarsi i baffi e da non averne mai abbastanza. Preparatevi a realizzare porzioni abbondanti perché andranno a ruba!

Sono la soluzione ideale per una cena pronta al volo: al sugo, come le faceva la nonna, al forno per una resa più leggera, fritte, golosissime e croccanti. Restano una delle ricette più amate in famiglia. Un piatto unico oppure un condimento per la pasta? Scegliete voi, in ogni caso farete la gioia di grandi e piccini!

Pochi ingredienti, tutti genuini e di facile reperibilità, i soliti che conoscete già, più uno segretissimo. Noi di Non Solo Riciclo vi sveliamo di cosa si tratta per una resa unica!

Curiose? Iniziamo!

per polpette davvero speciali aggiungete 6

Per polpette davvero speciali, questi sono i passaggi giusti!

Partiamo dalla base; normalmente per realizzare le polpette si utilizzano:

  • uova,
  • mollica di pane,
  • sale,
  • carne macinata.

Quest’ultima può essere sostituita da pesce o verdure, a seconda dei gusti o delle disponibilità. Infatti, spesso, questo tipo di preparazione è perfetta per svuotare il frigorifero e riciclare gli avanzi. Ognuna di noi, poi, aggiunge le spezie che preferisce per aromatizzare l’impasto e conferirgli quel sapore speciale e personalissimo che scatena gli applausi in famiglia. Normalmente si ricorre ad: aglio, pepe, paprika, curcuma, noce moscata, prezzemolo, salvia, alloro, cumino, timo.

Fin qui, tutto come da copione! Veniamo, quindi, all’ingrediente segreto perfetto per qualsiasi versione di polpette vogliate preparare. Lessate una patata e schiacciatela all’interno del composto, insieme al pane raffermo.

Questo espediente sarà in grado di conferire una consistenza unica, ma non solo: otterrete anche bocconcini compatti e sodi, ben amalgamati. Tutti i sapori saranno legati tra loro in maniera armoniosa, perché l’amido e l’acqua rilasciati dal tubero saranno in grado di uniformare e ben ridistribuire ogni nota, regalando al palato una sensazione di pienezza di gusto. Provateci, non potrete più fare a meno!

Seguici su google news!

Potrebbe interessarti anche…


Perdere peso

Torta furba al cioccolato, con latte e biscotti: una ricetta geniale pronta in pochi minuti!

torta furba al cioccolato con 3

La torta furba al cioccolato è una vera genialata per riciclare gli avanzi di biscotti secchi, ma la resa è soffice e morbida, con una copertura alla Nutella golosissima ed irresistibile!

Perfetta da realizzare al volo, quando la voglia di dolce vi assale, si prepara in un attimo, ma ha un aspetto meraviglioso ed invitante. Potete guarnirla ulteriormente con confettini o zuccherini colorati, magari per festeggiare il compleanno dei piccoli di casa. Ne saranno ghiotti! Ma piacerà anche agli adulti, per quella consistenza soffice e quel sapore d’infanzia che riporta alla memoria i giorni più felici! 3 ingredienti per la base, 1 per la farcitura ed il gioco è fatto!

Curiose di scoprire questa ricetta super intelligente? Iniziamo!

torta furba al cioccolato con 3

Torta furba al cioccolato: ingredienti e preparazione

Per questa torta furba al cioccolato, procuratevi:

  • per la base:
    • latte, 350 ml
    • biscotti secchi al cioccolato, 350 g
    • lievito per dolci in polvere, 1 bustina
  • per la copertura

Preriscaldate il forno a 180°; quindi foderate una tortiera da 18 centimetri di diametro con la carta apposita. Bagnatela e strizzatela perfettamente per farla aderire al fondo e ai bordi. Se preferite potete ungerla e inzuccherarla o infarinarla.

Nel robot da cucina, riducete i biscotti in polvere finissima, quindi trasferiteli in un recipiente e unite il lievito.

Realizzate una buca al centro e versate il latte, poi con le fruste elettriche, amalgamate il composto fino a renderlo omogeneo.

Trasferite questo impasto velocissimo da preparare nello stampo e infornate per 30 minuti.

Fate la prova stecchino, se asciutto estraete il dolce, se ancora umido proseguite la cottura per altri 5 minuti nel ripiano più basso del forno.

Sfornate e lasciate raffreddare prima di sformarla, infine posizionatela su un piatto da portata.

Prelevate la Nutella con la spatola e spalmatela sulla superficie fino a ricoprirla del tutto. Se gradite, decoratela con gli zuccherini colorati per regalare allegria a go go.

Buon appetito!

Seguici su google news!

Potrebbe interessarti anche…


Perdere peso

Muffin salati ricotta e olive: l’antipasto buono e originale!

muffin salati ricotta e olive AdobeStock 367797210

Muffin salati ricotta e olive: l’antipasto buono e originale!

Muffin salati ricotta e olive. I muffin sono dolci, giusto? Sbagliato. I muffin possono anche essere salati. Lo dimostra la ricetta che ti stiamo per presentare qui sotto.

muffin salati ricotta e olive AdobeStock 367797210

 

Si tratta di simpatici e gustosi muffin salati con ricotta e olive: si preparano in appena un quarto d’ora e sono indicatissimi come antipasti sfiziosi o semplicemente come un insolito e divertente fuori programma, magari a beneficio dei bambini di casa.

Come è facile intuire, la ricetta si presta a un sacco di varianti e quindi ve la offriamo più che altro come una specie di falsariga culinaria sulla base della quale potrete sbizzarrirvi seguendo la vostra fantasia.

Ma veniamo alla ricetta.

Gli ingredienti

Per questi bocconcini appetitosi gli ingredienti necessari sono: 250 grammi di farina doppio zero; 50 grammi di fecola di patate; 300 millilitri di olio extravergine di oliva; 15 grammi di lievito per torte salate (in polvere); 140 millilitri di acqua; 160 grammi di ricotta; 200 grammi di olive verdi snocciolate; quanto basta di sale e pepe; quanto basta di burro per ungere i pirottini e quanto basta di farina per infarinarli.

La preparazione dei muffin salati con ricotta e olive verdi

La prima cosa è prendere una boule e versarci le polveri, ovvero la farina, la fecola e il lievito. Gli ingredienti vanno mescolati aggiungendo un po’ d’acqua, l’olio e un pizzico di sale e pepe. Ci si può aiutare con un frullino a mano o anche elettrico: il composto deve risultare liscio e omogeneo.

A quel punto si aggiunge anche la ricotta: quando questa si è ben amalgamata, si incorporano pure le olive verdi. L’impasto dovrà avere la consistenza giusta per dei muffin. In caso di problemi, si può allungare con acqua se l’impasto è troppo denso oppure aggiungere farina o fecola di patate se è troppo liquido.

Adesso è il momento di imburrare e infarinare i pirottini e di versarci dentro l’impasto. Siccome in cottura cresceranno, è bene riempirli solo per tre quarti, dopodiché vanno messi in forno preriscaldato e ventilato, a 180 gradi per circa un quarto d’ora.

Quando sono cotti, si sfornano e poi si fanno raffreddare un poco prima di servirli in tavola.

Buon divertimento e buon appetito!

 

Seguici su google news!

Potrebbe interessarti anche…


Perdere peso

Torta cioccolatina senza lievito e con pochissima farina: morbidissima!

bozza automatica 8 1

La torta cioccolatina è una vera prelibatezza: morbida, compatta e delicata, ma con poca farina e senza lievito. Ecco perché non si presenta alta e soffice! Risulta, invece, piuttosto bassa, eppure sembra farcita da una crema al cioccolato che si scioglie letteralmente in bocca.

Facilissima da realizzare, si inforna in un attimo e vi assicura una riuscita eccezionale.

A base di soli ingredienti di facile reperibilità, è perfetta per chi ama il cioccolato, soprattutto quello amaro: gustatela dopo una cena con gli amici di sempre per sorprenderli con un sapore inusuale e davvero delizioso, ne resteranno conquistati! Offritela a merenda o a colazione ai piccoli di casa per regalare loro un pieno di energia sana e genuina!

Curiose di scoprire come realizzare questa ricetta meravigliosa? Iniziamo!

Torta cioccolatina

Torta cioccolatina: ingredienti e preparazione

Per questo dolce straordinario, procuratevi:

  • uova, 4
  • farina di tipo 00, 60 g
  • zucchero a velo vanigliato, 120 g
  • burro, 120 g
  • cioccolato fondente, 200 g

Preriscaldate il forno a 180°. Ungete uno stampo da 20 centimetri di diametro, quindi infarinatelo o inzuccheratelo. Se preferite, potete foderarlo con la carta apposita, bagnatela e strizzatela per farla aderire meglio al fondo e ai bordi.

Riducete grossolanamente la cioccolata in pezzi, quindi fondetela a bagnomaria con il burro. Potete anche servirvi del microonde; agite come meglio credete per ottenere un composto liquido e omogeneo. Lasciatelo intiepidire.

In due differenti ciotole, separate tuorli e albumi. Montate i bianchi, ma non a neve ferma, sarà sufficiente che risultino morbidi e leggermente gonfi.

Lavorate i rossi con lo zucchero, poi setacciate la farina e inseritela a pioggia, sempre mescolando con le fruste elettriche.

Infine, aggiungete anche il cioccolato fuso con il burro e uniformate l’impasto. Con movimenti delicati, incorporate ora gli albumi: servitevi della spatola per non smontarli. Quando il composto risulterà denso ed ben omogeneo, trasferitelo nella tortiera, livellate la superficie e infornate per 20 minuti. Fate la prova stecchino, se asciutto estraete la torta, se ancora umido, proseguite la cottura per altri 5 minuti nel ripiano più basso del forno.

Sfornate e lasciate raffreddare, prima di servire cospargetela di zucchero a velo.

Buon appetito!

Seguici su google news!

Potrebbe interessarti anche…


Perdere peso

Muffin pizza senza lievitazione, con mozzarella e pomodoro. Fenomenali!

1

I muffin pizza sono davvero un’idea geniale quando si desidera qualcosa di sfizioso, da infornare in un lampo e gustare subito. Questi salatini, infatti, sono fenomenali, non necessitano di lievitazione alcuna, ma risultano deliziosi con tanta mozzarella e pomodoro!

Semplici da realizzare e velocissimi, solo ingredienti sani, genuini e di facile reperibilità, noi di Non Solo Riciclo vi presentiamo la versione base, ma voi potete poi arricchirli con quello che più amate: funghi, wurstel, prosciutto, spinaci e ricotta.

Farete la gioia della vostra famiglia per uno spuntino goloso.

Presentateli agli amici di sempre: saranno apprezzatissimi! La loro caratteristica di finger food li rende ideali per un aperitivo in piedi! Il ripieno filante e saporito conferisce loro una consistenza inaspettata e deliziosa che stupirà anche i palati più esigenti.

Curiose di scoprire come fare? Iniziamo!

1

Muffin pizza: ingredienti e preparazione

Per questi fantastici muffin pizza procuratevi:

  • olio extravergine d’oliva, 30 ml
  • acqua, 160 ml
  • farina di tipo 0, 300 g
  • lievito per torte salate, 1 bustina
  • sale, 7 g
  • pomodori, q.b.
  • mozzarella, q.b.
  • origano, q.b.

Preriscaldate il forno a 180°. Imburrate uno stampo per muffin, oppure servitevi dei pirottini appositi, o ancora utilizzate quelli usa e getta di carta, disponibili in ogni supermercato ben fornito.

Tagliate a dadini pomodoro e mozzarella.

In un recipiente largo e capiente, setacciate farina e lievito, inserite anche il sale, quindi versate l’acqua poco alla volta, impastate a mano. Trasferitevi sulla spianatoia. Lavorate il tutto fino ad ottenere una palla uniforme. Dividetela in bocconcini da 30 grammi l’uno, appiattiteli con il mattarello, mettete al centro di ognuno un pezzo di mozzarella e di pomodoro, un filo d’olio e un pizzico di origano. Richiudeteli e sistemateli negli stampini appositi.

Infornate per 30 minuti circa. Estraeteli e lasciateli intiepidire leggermente prima di affondare il morso nel loro gustoso ripieno. Buon appetito!

Conservateli per un massimo di 3 giorni in frigorifero, all’interno di un contenitore ermetico.

Seguici su google news!

Potrebbe interessarti anche…


Perdere peso

Frittelle di patate e speck: buone, semplici, sfiziose!

frittelle di patate e speck AdobeStock 66109195

Frittelle di patate e speck: buone, semplici, sfiziose!

Frittelle di patate e speck.

Oggi ti presentiamo un antipasto tanto buono quanto semplice da preparare, Si tratta di golosissime frittelle di patate arricchite con lo speck.

Il loro punto di forza, pressoché irresistibile, è il contrasto tra la crosticina bella croccante e il ripieno morbido, invitante e saporito. Insomma, siamo davanti a uno stuzzichino cui è difficilissimo resistere. Non proprio adattissimo a chi segue una dieta, d’accordo, ma chi l’ha detto che una volta ogni tanto non ci si possa concedere uno strappo alla regola?

frittelle di patate e speck AdobeStock 66109195

Ma veniamo alla ricetta.

Gli ingredienti

Per circa sei porzioni gli ingredienti e le quantità sono quelli che seguono: olio extravergine di oliva q.b.; 700 grammi di patate; sale quanto basta; 100 grammi di speck in una singola fetta; quanto basta di pepe macinato al momento; 60 grammi di parmigiano grattugiato; un uovo; 40 grammi di farina; quanto basta di olio di semi per friggere.

La preparazione

Si prendono le patate crude, sbucciate e grattugiate, e si impastano col parmigiano, lo speck sminuzzato piuttosto finemente, l’uovo, l’olio di semi e la farina. Dopodiché si aggiusta di sale e pepe a proprio gusto.

Adesso con un cucchiaio si dà forma a dei pezzi di impasto più o meno oblunghi che poi vanno fritti nell’olio bollente per circa quattro minuti. A metà cottura le frittelle vanno voltate per una perfetta doratura da tutte e due le parti.

Quando sono a puntino si tirano si su, si scolano dell’olio in eccesso e si passano sopra un piatto coperto con della carta assorbente, dopodiché si lasciano riposare per qualche minuto.

Quando avete esaurito l’impasto, non rimane che adagiare le frittelle asciutte sopra a un piatto di portata e servirle in tavola.

Buon divertimento e buon appetito!

 

Seguici su google news!

Potrebbe interessarti anche…


Perdere peso

Ciambellone mele e frutta secca, senza burro: una delizia rustica!

ciambellone mele e frutta secca 2

Il ciambellone mele e frutta secca è una torta senza burro, morbidissima e soffice.

Leggerissimo e delizioso, ha un sapore rustico dovuto alla presenza nell’impasto di mandorle, nocciole, pistacchi, noci. Stupirete i vostri commensali con un gusto insolito e delicato, che riporta ai ricordi d’infanzia, quando il dolce preparato dalle sapiente mani delle nonne e delle mamme avevano il carattere genuino della campagna. La presenza del liquore si fonde perfettamente nell’impasto per un sensazionale retrogusto, ma non preoccupatevi, potranno consumarlo anche i bambini perché in cottura l’alcool evaporerà lasciando semplicemente il sentore profumato.

Consumatelo dopo una cena con gli amici per regalare loro una conclusione speciale al vostro incontro, a colazione o a merenda per offrire alla vostra famiglia una fetta di buon umore.

Curiose di scoprire questa ricetta inedita? Iniziamo!

ciambellone mele e frutta secca 2

Ciambellone mele e frutta secca, senza burro: ingredienti e preparazione

Per questo ciambellone speciale procuratevi:

  • zucchero di canna, 170 g
  • farina di tipo 00, 190 g
  • olio di semi, 75 ml
  • grappa o rum, 25 ml
  • uova,, 3 a temperatura ambiente
  • mele, 2
  • limone biologico, 1 solo la scorza
  • vanillina, 1 bustina
  • cannella in polvere, 2 g
  • uvetta sultanina, 60 g
  • frutta secca mista, 60 g
  • lievito per dolci, 1 bustina

Preriscaldate il forno a 175°. Foderate uno stampo da ciambella del diametro di 22 centimetri con la carta apposita, bagnatela e strizzatela per bene per farla aderire perfettamente al fondo e ai bordi. Se preferite, potete ungerla e infarinarlo o inzuccherarla.

In un recipiente montate le uova con lo zucchero, la scorza di limone e la vanillina; servitevi dello sbattitore per ottenere in breve tempo un composto denso e spumoso.

Aggiungete a filo l’olio e il liquore, sempre mescolando con le fruste elettriche.

Setacciate farina, lievito e cannella e inseriteli nell’impasto, quindi amalgamate perfettamente.

Lavate le mele, sbucciatele, levate loro il torsolo e riducetele a dadini, fate rinvenire l’uvetta in un po’ d’acqua, scolatela e asciugatela perfettamente. Inseritela con la frutta fresca e secca nella ciotola e uniformate il tutto, quindi trasferite nella tortiera e infornate per 45 minuti. Fate la prova stecchino, se asciutto sfornate, se ancora umido proseguite la cottura nel ripiano più basso del forno.

Estraete e lasciate raffreddare completamente, quindi gustate tutto il sapore rustico di questo ciambellone!

Buon appetito!

Seguici su google news!

Potrebbe interessarti anche…


Perdere peso

Crema d’avena light: un dolce al cucchiaio gustoso e salutare (solo 140 Kcal)

crema di avena light al crema all avena

Crema d’avena light: un dolce al cucchiaio gustoso e salutare (solo 140 Kcal)

L’abbiamo ripetuto ormai mille volte, mangiare sano e leggero è possibile. Per chi è a dieta o semplicemente per chi vuole potersi concedere uno sgarro goloso senza per forza fare i conti con le calorie, esistono tante alternative. Il bello è che, spesso, sono anche molto più semplici da realizzare rispetto ai dolci tradizionali. Quindi oggi gratifichiamoci con la una fantastica crema d’avena light al cucchiaio, al sapore di cioccolato. Praticamente è una via di mezzo tra un gelato e una mousse ma con sole 140 calorie. Possiamo gustarla a merenda o a colazione, in ogni caso sarà sempre ottima.

Crema d'avena light: un dolce al cucchiaio gustoso e salutare (solo 140 Kcal)

Crema d’avena light: un dolce al cucchiaio gustoso e salutare (solo 140 Kcal)

Ingredienti per 2 porzioni

  • 8-9 grammi di semi di chia,
  • 40 grammi di fiocchi d’avena,
  • 100 grammi di yogurt greco zero grassi,
  • 15 grammi di cacao amaro in polvere,
  • qualche goccia essenza al rum
  • dolcificante liquido zero calorieqb,
  • 240 grammi d’acqua da dividere nei vari ammolli come da ricetta.

Alcune precisazioni sugli ingredienti della crema d’avena light

I semi di chia sono opzionali però danno più sapore al composto e hanno un alto potere saziante. Quindi, se il nostro problema nel seguire la dieta, è quello di avere sempre fame, inserendoli nella ricetta avremo un ottimo aiuto.

Per quanto riguarda l’essenza, abbiamo scelto quella al rum, in realtà possiamo sostituirla con altre a nostro gusto.

Preparazione della crema d’avena light

Mettiamo in ammollo i semi di chia in 50 grammi d’acqua, lasciamo che formino una sorta di gelatina e, nel frattempo, dedichiamoci all’impasto.

Ammolliamo i fiocchi d’avena in 120 grammi d’acqua. Dobbiamo farli cuocere, abbiamo due opzioni:

  • Li mettiamo in un pentolino fino a che non formano una pappetta.
  • Li inseriamo un minuto al microonde alla massima potenza.

Inutile dire che, considerato la nostra predilezione per la velocità di realizzazione, noi preferiamo il secondo metodo. Così sporcheremo anche una pentola in meno.

Quando avremo ottenuto la giusta consistenza attendiamo che intiepidiscano e aggiungiamo lo yogurt, dobbiamo mescolare davvero molto bene, per ottenere una crema quanto più liscia possibile. A questo punto tocca ai semi di chia, al dolcificante e all’essenza di rum. Rimestiamo nuovamente il tutto e lasciamo un momento da parte.

Inseriamo in una ciotolina il cacao con 30 grammi d’acqua, mescoliamo fino ad ottenere una crema semiliquida, questo è probabilmente il passaggio più lungo, e regoliamone la dolcezza con il dolcificante liquido in base al nostro gusto.

Composizione

Scegliamo il contenitore in cui vorremo servire la nostra crema d’avena. Potrebbe essere una semplice tazza o una coppetta da macedonia. Versiamo al suo interno la crema d’avena, livelliamola e poi cospargiamola uniformemente con la crema al cioccolato.

Lasciamo riposare in frigo per 3-4 ore.

Trascorso il tempo non dobbiamo fare altro che gustarci il nostro meraviglioso dessert al cucchiaio per colazione o a merenda!

 

Seguici su google news!

Potrebbe interessarti anche…


Perdere peso

Torta allo yogurt senza burro sofficissima (solo 140 Kcal)

torta allo yogurt senza burro torta allo yogurt 2

Torta allo yogurt senza burro sofficissima (solo 140 Kcal)

Interrompere il digiuno tra i pasti con una merenda è un’ottima abitudine alimentare, così com’è fare una buona colazione che ci dia energia senza appesantirci troppo. Troppo spesso, però, sia per noi che per i nostri bambini, ripieghiamo su soluzioni confezionate, merendine e biscotti che sono troppo ricche di grassi e conservanti. Eppure preparare qualcosa di sano e genuino non è poi così difficile, basta davvero poco tempo e pochissima spesa per preparare un dolce fatto in casa morbido, goloso e leggerissimo.

Torta allo yogurt senza burro sofficissima (solo 140 Kcal)

Forza abbandoniamo la pigrizia e prepariamo il dolce allo yogurt, ha solo 140 calorie, si scioglie in bocca e renderà golosissime le nostre merende e le nostre colazioni.

Torta allo yogurt senza burro sofficissima (solo 140 Kcal)

Ingredienti

  • 4 uova,
  • 400 grammi di yogurt bianco zero grassi,
  • 100 grammi di zucchero,
  • un cucchiaino di lievito in polvere,
  • 30 grammi di amido di mais,
  • 1 pizzico di sale,
  • zucchero a velo qb per la decorazione,
  • burro e farina qb per infarinare lo stampo.

Preparazione della torta allo yogurt

Iniziamo dividendo i tuorli dagli albumi. Mescoliamo con le fruste elettriche i tuorli con lo zucchero, facciamolo fino a che non diventano chiari e spumosi. Solo a questo punto aggiungiamo lo yogurt continuando a mescolare. Di seguito inseriamo anche l’amido di mais, il lievito e il pizzico di sale. Lasciamo un attimo il composto da parte e dedichiamoci agli albumi. Montiamoli a neve ben ferma, poi amalgamiamoli delicatamente al composto precedente. Facciamolo con una spatola mescolando dal basso verso l’alto per non smontarli. Dovremmo ottenere un impasto morbido e spumoso.

Cottura

Imburriamo e infariniamo uno stampo a cerniera, versiamo al suo interno l’impasto, sbattiamo leggermente lo stampo per compattare l’impasto e livelliamolo delicatamente con una spatola.

Inforniamo a forno caldo, modalità ventilata, ripiano centrale a 170° per 50 minuti. Prima di sfornarlo facciamo la prova stecchino per vedere se è cotto.

Una volta pronto attendiamo che intiepidisca prima di toglierlo dallo stampo, facciamolo molto delicatamente perché risulterà estremamente morbido. Spolveriamo con lo zucchero a velo prima di portare in tavola.

Il nostro dolce allo yogurt è pronto talmente buono e delicato che ci sembrerà di mordere una nuvola, colazioni e merende avranno tutto un altro sapore.

 

Seguici su google news!

Potrebbe interessarti anche…


Perdere peso

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.

error: Il contenuto è protetto !!

Our website uses cookies and thereby collects information about your visit to improve our website (by analyzing), show you Social Media content and relevant advertisements. Please see our page for furher details or agree by clicking the 'Accept' button.

Cookie settings

Below you can choose which kind of cookies you allow on this website. Click on the "Save cookie settings" button to apply your choice.

FunctionalOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnalyticalOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

OtherOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.