sabato, Gennaio 22, 2022
HomeSenza categoriaAgopuntura: che cos'è e come funziona

Agopuntura: che cos’è e come funziona

L’agopuntura è una delle pratiche terapeutiche di medicina alternativa che sono maggiormente sviluppate nell’ambito della medicina contemporanea e occidentale; per quanto questa stessa pratica derivi, chiaramente, dalla medicina tradizionale cinese, all’interno della quale si è sviluppata da diversi decenni, il suo sviluppo nel mondo c’è stato nella maggior parte dei paesi occidentali, tra cui gli Stati Uniti, il Regno Unito, la Germania, la Svizzera e l’Italia. Tuttavia, per quanto non sia ancora riconosciuta come una fonte medica in grado di sostenere azioni e decisioni dal punto di vista terapeutico, l’agopuntura si è sviluppata sempre più come metodo non tradizionale di cura o di intervento in alcuni punti del proprio corpo, sottoponendosi volontariamente a trattamenti di agopuntura per problemi riguardanti dolori di schiena, emicranie e tanto altro ancora. Tuttavia, mancando di un fondamento scientifico, la pratica medica non può essere definita in modo ottimale, ed è per questo motivo che si lascia spazio ad una serie di interpretazioni che cercano di identificare, effettivamente, quali siano i vantaggi e gli svantaggi di questa pratica. Ecco tutto ciò che c’è da sapere a proposito della agopuntura e di come si esegue.

 

Come funziona l’agopuntura?

 

A proposito di come funzioni l’agopuntura, questo stesso interrogativo risulta essere parte integrante di un processo che porta a comprendere l’intera medicina non tradizionale cinese e, chiaramente, il suo funzionamento. L’agopuntura si basa su un assunto secondo il quale, all’interno del corpo umano, ci siano dei canali, definiti meridiani, attraverso il quale fluisce un’energia fondamentale per la vita. Nel momento in cui si prova dolore in una determinata parte del corpo, l’agopuntura cerca di intervenire per liberare i flussi ostruiti di questi stessi meridiani, attraverso l’utilizzo di punti di agopuntura, degli aghi che vengono utilizzati all’interno della medicina tradizionale cinese, che permettono di liberare i meridiani ostruiti, al fine di favorire il flusso di forza vitale all’interno del proprio corpo. 

 

Gli aghi sono degli strumenti di stimolazione e liberazione, che vengono applicati in determinate parti anatomiche del corpo umano che sono sottoposte a dolore. Secondo le indicazioni della pratica medica, l’agopuntura può intervenire in caso di mal di schiena, lombalgia, emicrania, dolori articolari, dolori ai denti, disturbi del sonno o dolori post operatori.

 

Come si esegue un trattamento di agopuntura?

 

A proposito di come funzioni l’agopuntura, è importante conoscere anche la tipologia di trattamento e l’esecuzione dello stesso. Innanzitutto, un trattamento con agopuntura si realizza in almeno 10 sedute, servendosi di aghi monouso e sterilizzati, che verranno gettati subito dopo l’utilizzo. Prima dell’inserimento degli aghi, l’agopunturista invita il paziente a spogliarsi, oltre che ad accomodarsi: in questo modo, la posizione renderà più semplice inserimento degli aghi all’interno della propria pelle; il numero di aghi inseriti all’interno del corpo umano dipende dalla zona del dolore e dall’intensità dello stesso. 

 

La seduta dura dai 20 ai 40 minuti, per quanto la durata della stessa dipenda anche dalla sopportazione del dolore una la sensibilità del paziente, oltre che da altre problematiche che possono essere espresse dallo stesso. Tra i vari rischi e effetti collaterali dell’agopuntura non vanno annoverati soltanto il dolore e la possibile fuoriuscita di sangue, ma anche una sonnolenza anomala, un malessere generale diffuso, un possibile senso di svenimento o vertigine o, infine, la possibile comparsa di ematomi nella zona in cui sono stati inseriti gli aghi.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments