in

Dieta della patata, perdi 2 chili in 3 giorni

La dieta della patata fa parte delle cosiddette “diete lampo“. Ti aiuta a perdere 2 chili in 3 giorni. Utile se si ha necessità di perdere peso e in fretta. Naturalmente, consigliamo prima di intraprenderla, di rivolgersi al proprio medico di fiducia. Oltre a mantenere un regime alimentare dietetico subito dopo averla conclusa. Per non vanificare gli sforzi di tre giorni di sacrifici. Naturalmente non dobbiamo rimpinzarci di patate fritte. Ma di patate lesse, al vapore, al cartoccio o al forno. Assolutamente senza olio o sale. Non prolungate questa dieta oltre il tempo necessario. Si possono avere cali di zuccheri e carenze alimentari. Meglio non rischiare. In pratica la dieta della patata si basa sul “potere saziante” del tubero. Basti pensare che 100 grammi di patate contengono solo 80 calorie. Ma lasciano un senso di sazietà che si prolunga nel tempo. Inoltre le patate hanno un effetto alcalinizzante e diuretico. Naturalmente, è adatta a chi desidera rimediare agli eccessi “delle feste” o del fine settimana. Non a chi deve perdere molto più peso.

Dieta della patata, menu

La dieta della patata prevede il consumo del tubero a colazione, pranzo e cena. Non è esattamente per tutti palati. Per prolungare l’effetto saziante poi, consigliamo di bere almeno 2 litri e mezzo d’acqua al giorno. Come condimento possiamo utilizzare la senape, le erbe aromatiche, aglio, aceto o spezie. Mettete da parte sale e olio, non serviranno. Alle patate possiamo abbinare alimenti come yogurt, verdure, una manciata di cereali, uova, carne o pesce. Naturalmente la patata sarà la “parte fondamentale” di questa breve dieta. Eccovi un esempio di menu consigliato.

Giorno 1. Colazione: due patate lesse, piccole scondite e uno yogurt al naturale. Spuntino: mezza carota e un gambo di sedano. Pranzo: tre patate lesse con un mezzo cucchiaino di senape , aglio e prezzemolo. Spuntino pomeridiano: centrifugato di sedano, patata e carota. Cena: zuppa di patate con cipolle e carote. Tutto senza sale ne olio.

Giorno 2. Colazione: una patata lessa piccola e scondita. Una tazzina di caffè con latte e una manciatina di cereali. Spuntino: Un frutto fresco di stagione. Pranzo: due patate al vapore e una porzione piccola di petto di pollo al vapore. Spuntino pomeridiano: uno yogurt magro. Cena: due patate al cartoccio di media grandezza.

Giorno 3: Colazione: due patate lesse piccole e un frutto. Spuntino: un centrifugato composto da mela, barbabietola e una patata. Pranzo: Pesce al forno con contorno di 3 piccole patate cotte sempre al forno. Come condimento erbe aromatiche o spezie. Spuntino pomeridiano: uno yogurt magro, preferibilmente bianco. Cena: un uovo sodo e due patate lesse piccole schiacciate e condite con timo e prezzemolo.

Written by Daniela Devecchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Alimentazione e invecchiamento, 4 nemici da evitare!

Barrette proteiche. Nemiche o amiche per la dieta?