in ,

▷ Preparazione Fisica degli Arbitri di Calcio【Blog】

[ad_1]

Gli arbitri di calcio devono superare una serie di test fisici che certificano le loro prestazioni sportive in base alle esigenze del gioco.

Arbitri di calcio

Il calcio è uno sport collettivo di natura intermittente la cui competizione richiede periodi di attività che variano in:

  • Intensità;
  • Durata; e
  • Tempi di recupero (Drust, Atkinson & Reilly, 2007; Campos, 2015).

Arbitro

Di conseguenza, gli arbitri come parte dei diretti responsabili dell’applicazione delle regole di gioco devono avere un livello di condizione fisica che consenta loro di essere correttamente posizionati, interagire con il giocatori in campo e aiutarli nel processo decisionale (Castillo, Cámara e Yanci, 2015; Castillo-Alvira, 2017).

Bisogni condizionali degli arbitri di calcio

La squadra arbitrale richiede due bisogni condizionali durante il periodo preparatorio e la stagione regolare:

  1. Le prove fisiche.
  2. Le richieste di competizione.

Da un lato, durante il periodo preparatorio, gli arbitri devono superare una visita medica sportiva, un esame del sangue e delle urine.

Successivamente, avranno tre chiamate (figure 1 e 2) per il superamento delle prove fisiche (prima dell’inizio della competizione, novembre e febbraio/marzo).

Convocazione delle prove fisiche degli arbitri nel calcio

Figura 1. Prima Convocazione per le prove fisiche degli arbitri di calcio. Fonte: Real Federación Española de Fútbol (2020).

Seconda e Terza Convocazione per le prove fisiche degli arbitri di calcio

Figura 2. Seconda e Terza Convocazione per le prove fisiche degli arbitri di calcio. Fonte: Real Federación Española de Fútbol (2020).

D’altra parte, le esigenze fisiche degli arbitri sono correlate a quelle dei giocatori durante la stessa partita, con l’obiettivo finale di controllare il loro comportamento e la corretta applicazione delle regole del gioco (Irigoyen, Vaíllo, Domínguez, Martín & Larumbe, 2014; Bustos-Viviescas, Acevedo-Mindiola & Ortiz-Novoa, 2017).

In sintesi, i requisiti fisici della squadra arbitrale sono:

  • Elevato volume di spostamenti totali (circa 10.000 m).
  • Gestione delle distanze percorse ad alta intensità e sua influenza nella seconda parte della partita (394 m contro 313 m).
  • Gli arbitri principali sviluppano una distanza maggiore e raggiungono velocità medie più elevate rispetto agli arbitri assistenti.
  • Arbitri e assistenti presentano diversi modelli di attività.

Arbitro assistente

Tuttavia, entrambi condividono il calo di prestazioni dopo brevi esercizi intensi, l’inizio del secondo tempo e durante i minuti finali delle partite.

Infine, i requisiti fisiologici, ovvero quegli indicatori interni che mostrano le risposte fisiologiche in relazione alla funzione muscolare dinamica, controllo neuromuscolare, prestazione di salto verticale, prestazione di coordinazione e tecnica, indicatori di danno muscolare, deplezione selettiva di substrati energetici e concentrazione muscolare e sanguigna dei metaboliti.

In particolare, i dati potrebbero essere sintetizzati sulla base del fatto che gli arbitri e gli assistenti mostrano significative riduzioni delle risposte fisiologiche (FC alta, FC media, salto orizzontale e verticale) nelle seconde parti delle partite, e trascorrono la maggior parte del tempo della seconda metà a intensità inferiori al 75% della FC massima (Castillo, Cámara e Yanci, 2016; Castillo-Alvira, 2017; Mallo, García y Navarro, 2009)

Sono un arbitro, come posso migliorare le mie condizioni fisiche?

Conoscendo le richieste fisiche e fisiologiche dei principali arbitri e assistenti durante le partite di calcio e i requisiti durante le prove fisiche che vengono effettuati in diversi periodi della stagione, risulta necessario per organizzare la formazione intorno ai seguenti punti:

Velocità
  • Capacità di compiere brevi sforzi (10, 20, 30 e 40 m) ad alta velocità.
  • Capacità di eseguire sprint ripetuti ad alta intensità e con un breve periodo di recupero: RSA.
Resistenza
  • Capacità di eseguire intensi lavori intermittenti di lunga durata, con periodi di recupero completi, incompleti, lunghi, intermedi e brevi.
  • Competenza nel sostenere sforzi di intensità moderata per periodi molto lunghi, intervallati da lavori ad alta intensità.
Forza
  • Sono disponibili alti livelli di coordinazione intramuscolare (forza massima) e intermuscolare (potenza muscolare).
Flessibilità e Mobilità Articolare
  • Allenamento della capacità residua di allungamento-regressione (sopra i valori normali) nelle articolazioni articolari dell’arto inferiore e del tronco.

Come impostare un periodo preparatorio in un arbitro di calcio?

Gli arbitri di alto livello sono esposti alle esigenze fisiche e fisiologiche dei calciatori durante il gioco.

In questo modo, devono essere in grado di far fronte alle condizioni di gioco imposte da loro al fine di controllare il loro comportamento e applicare le regole del gioco (Irigoyen et al., 2014; Bustos-Viviescas et al., 2017).

È necessario creare programmi di allenamento specifici per la squadra arbitrale, istituendo sistemi di allenamento specifici basati sulle esigenze condizionali che essi sperimentano durante la competizione e realizzando adattamenti che si riflettono nella competizione (Sainz, 2006; Castillo-Alvira, 2017)

Arbitro donna

D’altra parte, per poter eseguire gli allenamenti e raggiungere la massima esposizione durante le partite, le esigenze fisiche e fisiologiche rappresentate dai contenuti dell’allenamento sportivo devono essere correttamente pianificate, programmate, periodizzate e prescritte.

Di conseguenza, è stato proposto un periodo preparatorio per la squadra arbitrale, organizzato in modo coerente, efficace ed efficiente.

Periodo Preparatorio

Figura 1. Metodologia e pianificazione del periodo preparatorio per la squadra arbitrale. Fonte: elaborazione propria.

AI: Alta Intensità

  • RSA: Repeated Sprint Ability.
  • SAQ: Speed, Agility & Quickness.
  • V. Max: Velocità Massima.
  • F. Max: Forza Massima.
  • M. F. Max: Mantenimento della Forza Massima.
  • R. F-V: Resistenza Forza-Velocità.

Come posso organizzare il mio allenamento settimanale durante la stagione?

Organizzare contenuti di allenamento durante la settimana regolare di un arbitro di calcio può essere un compito complesso.

Di seguito è riportato un modello di allenamento settimanale da domenica a domenica (Figura 2).

All’interno del quale, l’arbitro deve allenare 3-4 volte a settimana le abilità fisiche specifiche richieste dall’attività dell’arbitro durante la competizione.

Squadra Arbitrale

In particolare, prendendo come riferimento tutti i dati di cui sopra, e in particolare le esigenze fisiche e fisiologiche degli arbitri e degli assistenti di calcio, è stato elaborato un normale microciclo di lavoro costituito da 3 diverse fasi:

  1. Fase di recupero;
  2. Fase di stimolazione; e
  3. Fase di ripristino.

Preparazione Collettiva Arbitrale

Figura 2. Metodologia e pianificazione del periodo preparatorio per la squadra arbitrale. Fonte: elaborazione propria.

  • RA: Recupero Attivo.
  • AS: Arto Superiore.
  • HIIT: Allenamento a Intervalli ad Alta Intensità.

Bibliografia

  1. Drust, B., Atkinson, G., & Reilly, T. (2007). Future perspectives in the evaluation of the physiological demands of soccer. Sports Med, 37(9), 783-805.
  2. Campos, M. A. (2015). Monitorización de respuestas físicas y fisiológicas al entrenamiento y la competición en el fútbol. (Tesis Doctoral). Universidad Pablo Olavide: Sevilla.
  3. Castillo, D., Cámara, J., & Yanci, J. (2015). Fatiga producida y Carga que supone un Partido Oficial a un Árbitro de Fútbol Internacional. I Congreso Nacional de Preparación Física en Fútbol.
  4. Castillo-Alvira, D. (2017). Cuantificación de las respuestas físicas y fisiológicas y análisis de la fatiga inducida por los partidos oficiales en árbitros de fútbol. Tesis Doctoral. Universidad del País Vasco.
  5. Real Federación Española de Fútbol (2020). Circular Nº 2: Pruebas físicas y controles médico en árbitros de fútbol. Comité Técnico de Árbitros. RFEF.
  6. Irigoyen, J. Y., Vaíllo, R. R., Domínguez, C. G., Martín, J. J. S., & Larumbe, A. L. A. (2014). Valoración y relación de las características antropométricas y la condición física en árbitros de fútbol. Revista Española de Educación Física y Deportes, (406), 15-27
  7. Bustos-Viviescas, B. J., Acevedo-Mindiola, A. A., & Ortiz-Novoa, J. A. (2017). Consumo máximo de oxígeno, frecuencia cardíaca máxima y velocidad aeróbica máxima de árbitros colombianos de fútbol. Búsqueda, 4(19), 149-157.
  8. Castillo, D., Cámara, J., & Yanci, J. (2016). Análisis de las respuestas físicas y fisiológicas de árbitros y árbitros asistentes de fútbol durante partidos oficiales de Tercera División de España.[Analysis of the physical and physiological responses of field and assistant soccer referees during Spanish Third Division official matches]. RICYDE. Revista Internacional de Ciencias del Deporte. doi: 10.5232/ricyde, 12(45), 250-261.
  9. Mallo, J., García, J. M., & Navarro, E. (2009). Rendimiento físico del arbitraje de fútbol en función del nivel de la competición. Archivos de Medicina del Deporte, 335-344.
  10. Sainz, J. M. (2006). Análisis del rendimiento físico de los árbitros y árbitros asistentes durante la competición en el fútbol (Doctoral dissertation, Universidad Politécnica de Madrid).

Voci Correlate

  • Conosci i Migliori Supplementi per il Calcio? Clicca qui e scoprili tutti.
  • Se sei un calciatore, t’interesserà conoscere questo prodotto per migliorare il tuo rendimento.

Requisiti di capacità fisica – 100%

Aspetti da considerare – 100%

Allenamento durante la stagione – 100%

Esempi di pianificazione – 100%

Content Protection by DMCA.com

[ad_2]

Worldfilia

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

▷ Slingshot – Supera il tuo punto di Stasi【Blog】

▷ HSN lancia Nuove Installazioni 【Blog】